Miglioriamo la gestione delle liste contatti!

Una corretta gestione delle liste contatti può migliorare di tanto il lavoro del tuo call center

Oggi vogliamo condividere con voi un po’ della nostra esperienza fatta nei vari anni di sviluppo e assistenza a servizio del software Call Center Easy in particolarmodo sulla gestione delle liste contatti.
Da sempre il primo obiettivo dei call center è quello di fare “numero”, di non perdere tempo basandosi su una semplicissima equazione:

Più telefonate = più contratti/appuntamenti = più guadagni

Equazione più che giusta e da noi condivisa, anche se accanto a questa spasmodica riceca della quantità noi associamo sempre quella qualità che fa la differenza.
Andiamo a fare due considerazioni con voi circa le liste contatti che lavorate: è indiscutibile che una lista ben profilata con numeri reali vi garantisce una resa enormemente maggiore rispetto a quelle liste raccapezzate su internet (fidatevi…..guadagnate molti più soldi se investite in qualità), ma è anche indiscutibile che questo può non bastare.
Quando caricate e lanciate una lista però dovete anche considerare una serie di cose “non dichiarate” che possono fare la differenza.
Considerate bene a chi vi rivolgete: aziende o privati?
Tenete presente le abitubini dell’uno o dell’altro: un azienda ha degli orari, dei turni, una pausa pranzo, dei giorni di apertura e chisura; in modo del tutto analogo anche il privato ha abitudini analoghe ma diverse (a prima mattina gli adulti possono andare a lavoro, un genitore può accompagnare un figlio a scuola in certi orari, una madre può essere casalinga e rientrare a casa dopo la spesa etc.).
In modo del tutto analogo a quanto detto sopra considerate sempre l’orario in cui chiamate e i giorni in cui chiamate.
In determinati orari (quelli “morti”) conviene aumentare il rapporto linee / operatori (se siete muniti di un software con predictive come il nostro Call Center Easy) per ridurre i tempi di attesa, mentre in orari di picco conviene diminuirlo onde evitare troppi drop.
Considerate sempre eventuali feste patronali locali (è inutile chiamare Roma il giorno di San Pietro e Paolo ad esempio) e anche abitudini locali.
In poche parole……usate la testa! Immaginate sempre quale possa essere l’orario migliore per chiamare un gruppo di potenziali clienti, immaginando quali possano essere le loro abitudini come se foste voi stesso i destinatari.

Vedrete che con due-tre accorgimenti alla vostra strategia vedrete aumentare in modo esponenziale il rendimento del vostro call center!

Articolo Precedente
There is no more story.
linea voip
Articolo successivo
La linea voip sbanca: addio isdn (e flusso) tradizionale
Back
SHARE

Miglioriamo la gestione delle liste contatti!